Distrutto un campo di cannabis del CIP

Ieri 26 giugno, a Cori in provincia di Latina nella regione Lazio , e’ avvenuta una pesante intimidazione nei confronti del Canapa Info Point: uno dei campi di canapa in rigogliosa fase di fioritura nonostante la siccita’ del 2017, seminata e coltivata dalla nostra Associazione, e’ stato tagliato e tutte le piante sono state legate in fascine e abbandonate sul campo.

In contemporanea, per pura casualita’, si è presentata la Guardia di Finanza per i controlli di rito, i cui agenti si sono astenuti dall’acquisire la nostra denuncia, anzi, ribaltando lo stato dei fatti sembrerebbe che la colpa sia nostra, in quanto “il campo deve essere recintato con le tabelle ogni 10m “, senza nessuna menzione sulla legge di riferimento, erano presenti anche alcuni agenti del Corpo dei Carabinieri che hanno invece sostenuto la legittimita’ di tutte le nostre azioni, contestando addirittura l’atteggiamento poco professionale dei rappresentanti della Guardia di Finanza.

Questa e’ la dimostrazione di quanto odio, discriminazione e ignoranza ha creato il Proibizionismo ed e’ deludente constatare quanta cattiveria è stata elargita verso tutto ciò che non rientra nella condivisione convenzionale.

Ci teniamo a ringraziare gli agenti dei Carabinieri locali per la competenza e la professionalita’ dimostrata ai colleghi della GdF in sostegno degli agricoltori e ringraziamo anche la comunita’ locale, che ci segue e ci stima, per la solidarieta’ dimostrataci.

Non saranno certo queste azioni meschine a fermare il nostro progetto per la cannabis libera da ogni pregiudizio!

Direttivo Canapa Info Point

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail